Arvigo

Turismo Print

Turismo Arvigo-Landarenca

La Val Calanca è il regno incontrastato del fiume Calancasca che nasce a 2400 sopra l’Alp di Stabbio e scorre quasi direttamente attraverso il fondovalle gettandosi poi nella Moesa a Grono dopo 2100 m di dislivello. Le sue acque spumeggianti e le numerose cascate formate dai piccoli affluenti conferiscono alla Calanca un fascino tutto particolare.
Arvigo, capoluogo della valle, sorge su un pendio in lieve salita a destra della Calancasca. Sopra la località domina la chiesa parrocchiale di San Lorenzo (consacrata nel 1611), con il suo massiccio campanile a cinque piani. Il ponte ad arco in muratura scavalca la Calancasca e conduce sul fianco sinistro della valle, con l’armonioso gruppo di case fra le quali sorge la cappella dedicata a San Giovanni Nepomuceno (1710-1720). Al di là del ponte inizia la vecchia strada mulattiera che sale a Braggio, mentre un bel sentiero porta a Selma costeggiando il fiume selvaggio il cui letto è occupato da una grande varietà di massi di granito. Sul territorio di Arvigo sono infatti operanti due cave di granito di eccellente qualità. Situato più su nel versante, su un terrazzo lasciato dagli antichi ghiacciai che occupavano la valle al tempo dell’ultima glaciazione, Landarenca è un piccolo villaggio di montagna molto caratteristico e perfettamente inserito nel paesaggio, dove sono evidenti le influenze della cultura dei Walser. La modesta chiesa, con il tetto ricoperto di lastre di gneiss, si inquadra armoniosamente nel villaggio.


Clima e collegamenti stradali

Il clima che caratterizza la Val Calanca è mite. Il vento non soffia sufficientemente forte da disturbare il turista, ma abbastanza per allontanare la nebbia e le nuvole. Queste correnti garantiscono un periodo di insolazione sopra la media. L’inverno, piccole e sporadiche nevicate interessano le zone situate a bassa altitudine, mentre la neve cade abbondante lungo la cresta delle Alpi. Ma il fondovalle resta perlopiù libero dalla neve grazie alla temperatura mite e all’azione del sole.

I collegamenti stradali sono ottimi. In 90 minuiti si raggiunge la Calanca da Milano, Coira e Lucerna grazie all’autostrada N13 che propone un’uscita all’imbocco della valle. Da qui si prosegue salendo la valle con la strada cantonale recentemente ammodernata.
Per chi si reca in Calanca con i trasporti pubblici, un servizio postale efficiente copre tutta la Val Calanca partendo dalla stazione FFS di Bellinzona.
L’accesso per Landarenca è invece assicurato da una teleferica completamente automatizzata che parte da Selma, nel fondovalle.


Monumenti culturali da vedere
Arvigo
  • Chiesa di San Lorenzo del 1453, stucchi del 1656
  • Cappella della Madonna Addolorata del 1700 circa
  • Cappella di San Giovanni Nepomuceno del 1700 circa
Landarenca
  • Chiesa dei Santi Bernardo e Nicolao del 1500 circa
  • Cappella di San Gottardo ricostruita nel 1782
     

Escursioni
Arvigo-Landarenca-Cavaionc-Bodio-Selma

Una passeggiata poco faticosa conduce ad una cascata paradisiaca

 

Lumino, San Vittore o Roveredo-Pizzo di Claro-Landarenca

Due giorni sui ripidi fianchi della valle, sotto vette dal panorama eccezionale

 

Landarenca-Alp de Mem-Buseno

Larici, stelle alpine e leggende calanchine

 

Landarenca-Piöv di Fuori-Cauco-Selma

Passaggi commerciali alpini d’altri tempi

 

Landarenca-Mottone-Piöv di Fuori-Landarenca

Paesaggi naturali senza sentieri, occupati dai ripari valangari

 

Biasca-Capanna Cava-Landarenca

Dal Ticino alla Val Calanca attraversando due passi alpini

 

Landarenca-Piöv di Fuori-Camin de Biancalan-Alp de Naucal-Rossa

Spettacolare strada con una finestra aperta nella montagna: scorcio per un altro mondo

 

Sentiero alpino: Strada alta

Una fra le più spettacolari e belle strade alte della Svizzera: tre giorni a piedi dal Passo del San Bernardino a Sta. Maria in Calanca


Vario
Altro

 

  • Selma, Braggio e Rossa dispongono di quattro sciovie per la pratica dello sci e di altri sport invernali
  • Augio dispone di una pista di sci di fondo lunga 7 km
  • Centro Ricreativo e Culturale la Cascata in Augio: musica popolare e classica, teatro, mostre, conferenze di vario interesse e animazioni
  • Pesca sportiva in Augio
  • Diversi stand di tiro nei vari comuni della valle
  • Pista rampichini: in progetto la messa a punto di un percorso ciclabile tra Selma e Valbella
  • Parc Adula: in progetto un nuovo parco nazionale, il secondo in Svizzera, che comprende pure il settore montagnoso sito in fondo alla Val Calanca (www.adula.org)
Pernottamento

 

  • Alloggio per gruppi in Landarenca con 30 posti-letto
  • Capanna Buffalora ASAC
Ristorazione, Bar  
  • 2 ristoranti
Da consultare
  • Russomanno, G., Ceruti, A. (1996) Guida turistica - Valle Mesolcina e Valle Calanca, CartoleriaRussomanno, Grono 
  • Fantacci, S., Hintermeister, U. (2002) Val Calanca - 21 Wanderungen in einem ersprünglichen Südalpental, Rotpunktverlag, Zürich
  • AA.VV. (1983) Val calanca, in: Svizzera, Ed: Ufficio nazionale svizzero del turismo, n. 6
  • Ente turistico del Moesano, Pro San Bernardino (1983) Carta escursionistica Mesolcina e Calanca, 1:50000, (nuova edizione in preparazione)